INTOLLERANZE ALIMENTARI

INTOLLERANZE ALIMENTARI

E se fossero intolleranze alimentari?

 

Negli ultimi anni il problema delle intolleranze alimentari ha cominciato a farsi sentire in modo sempre maggiore a causa della rapida diffusione del moderno stile di vita alimentare che ha portato nelle nostre tavole cibi sempre più poveri di nutrienti ma ricchi di calorie e pieni di ingredienti raffinati, additivi e inquinanti.

Che cos’è un’intolleranza alimentare?

Per intolleranza alimentare si intende una risposta alterata del sistema immunitario che insorge in seguito all’ingestione di un alimento, una sorta di reazione avversa ad una sostanza riconosciuta come estranea e nociva. I nostri test vengono effettuati tramite analisi del DNA, attualmente l'unica metodica riconosciuta dal mondo medico/scientifico. L'analisi geneica di sucsettibilità alimentare ci permette di avere informazioni esatte su oltre 200 alimenti.

 

Quali sono i principali sintomi?

 

E’ difficile, senza effettuare test specifici, determinare i sintomi. I più comuni sono gonfiore addominale, emicrania, orticaria, meteorismo, nausea, diarrea, dolori articolari, ritenzione idrica, aumento di peso, cellulite, dermatiti, afte, spossatezza, sonnolenza dopo i pranzi, sinusite, stati d’ansia. Sono sintomi che possono essere accomunati a molti disturbi, ecco perchè è importante effettuare i giusti test.

 

Come si effettua il test

 

Il nostro centro di Perugia e Terni si avvale di laboratori esterni certificati e con i massimi livelli qualitativi per effettuare i test di intolleranza alimentare, il tutto per capire quali alimenti portano una intolleranza al paziente e quindi rendono il percorso di dimagrimento difficile o quasi inefficace. Per fare un esempio pratico, nella dieta di un paziente sono inseriti pesce e mela, ma questo paziente è intollerante ai due alimenti. Senza il test associato, il paziente probabilmente farebbe molta fatica a dimagrire, abbandonando anche la dieta per mancanza di risultati immediati. Ecco perchè il test permette di rendere la dieta ancora più su misura, quasi fosse un abito di sartoria cucito addosso al paziente!

Celiachia e intolleranza al frumento: distinguerle per trattarle diversamente

Celiachia e intolleranza al frumento: distinguerle per trattarle diversamente

 

Quando si parla di disturbi legati ad alimentazione e cereali oggi è importante distinguere tra celiachia e intolleranza al frumento (intolleranze alimentari), due patologie che vengono spesso confuse tra loro ma che hanno sostanziali differenze e vanno trattate in modo diverso.

La celiachia è un disordine metabolico irreversibile, che colpisce soprattutto soggetti geneticamente predisposti che sviluppano intolleranza al glutine. Il glutine è un complesso proteico che si trova in cereali quali il frumento, l'orzo, l'avena, il farro, e solo tramite appositi test è possibile determinare se si è affetti dalla patologia: i sintomi della celiachia sono di diverso tipo (come diarree, coliche e dolori addominali, ma anche altri) e non sempre sono univoci e di facile interpretazione, e occorre prendere contromisure evitare le complicanze anche gravi cui la malattia può dare luogo in adulti e bambini. Se si è accertato di soffrire di celiachia occorre seguire un'apposita dieta priva di glutine che compensi dal punto di vista nutrizionale gli alimenti vietati nel nuovo regime alimentare.

 

Stati infiammatori gastrointestinali di altra natura possono dar luogo ad allergie e intolleranze alimentari di diverso tipo. È il caso dell'intolleranza al frumento una classica intolleranza alimentare, reazione che può essere legata a un’alimentazione monotona e poco varia come quella giornalmente composta da pasta, pane e prodotti contenenti farina di frumento. Fra i sintomi di un’intolleranza alimentare al frumento vi sono soprattutto cefalee, disturbi neurologici quali depressioni, attacchi di panico, stanchezza cronica, alterazioni comportamentali.

Diverse sono le sostanze non tollerate contenute nel frumento. Esse possono essere identificate attraverso diverse metodiche chiamate test delle intolleranze alimentari, con il quale si possono individuare le reazioni avverse alle proteine alimentari. Il test delle intolleranze alimentari si effettua tramite un'attenta anamnesi alimentre e può essere utile per indagare quali alimenti sono tollerati in vista e sotto la supervisione di un nutrizionista, di ruotare specifici alimenti per un determinato periodo.

Fare i test permette di identificare  e sostituire per un tempo determinato gli alimenti che provocano disturbi. Nei nostri studi di Perugia e Terni si effetuano tali test per individuare gli alimenti associati a certi disturbi.